La nostra storia

Da sogno a realtà

Era il 28 dicembre 2017, quando io e Massimo ci trovammo a immaginare un luogo dove i sogni potessero essere espressi, accolti e realizzati.

A metà gennaio andammo a vedere un locale che poteva fare al caso nostro: era una sala, presso lo Sporting Dora, usata come magazzino, decadente, sporca e abbandonata.

All’ingresso, riposava, dimenticato dai più, un pianoforte Forster a coda degli anni Venti , scalfito dal tempo e utilizzato come ripiano per appoggiare qualsiasi tipo di oggetto, cibo e bevande.

fea40552-7082-4283-819c-648c4024c655

La tastiera era stata rovinata a causa di “collezionisti” che avevano ritenuto di portar via le sue placchette di avorio.

Ma il suono delle sue corde e della sua cassa armonica era dolce, nonostante gli abusi subiti nel tempo.

Sognammo di ridare a questo strumento la possibilità di esprimersi e così lo portammo nella nostra sala!

Con la sua la sua presenza sembrava già tutto diverso!

Uno dei nostri motti preferiti è “camminando s’apre il cammino” ed è così che siamo andati avanti: un passo alla volta, sapendo la direzione (grazie ai nostri sogni) ma non vedendo ancora un sentiero!

Raccontando questo progetto a Gessica Piatino, incontrammo anche in lei un caldo entusiasmo, tanto da poter contare sulla sua sponsorizzazione per il noleggio di un pianoforte nuovo, dunque perfettamente funzionante.

Tempo una settimana, il bellissimo pianoforte verticale Steinbach, di loro produzione, arrivò ad animare ancora di più la nostra stanza dei sogni.

E poi, pian pianino, cominciarono ad arrivare oggetti, anche loro dormienti, nelle cantine di uno o dell’altro, dando a quel luogo una atmosfera familiare e “vintage”.

Massimo disegnò il logo dell’associazione, interpretando alla perfezione quelli che erano stati, fino ad allora, solo discorsi e idee.

Da allora non ci siamo più fermati: prima la pagina Facebook, poi l’organizzazione dei primi eventi (note di caffè), la carta servizi e, a breve, l’open day.

Sembra ed era solo ieri che abbiamo cominciato a sognare e…come recita il nostro motto, “la realtà non ha potere sui sogni, ma i sogni hanno potere sulla realtà!”